Archivio Rapporti e ricerche

(3 ottobre 2006) Le attività dei Servizi pubblici per le tossicodipendenze (SERT) nel 2005.

Il Ministero della Salute ha diffuso i dati della rilevazione statistica per l'anno 2005. I SERT attivi sono 550 in tutto il territorio nazionale, la maggior parte degli utenti è di sesso maschile e rientra con maggiore incidenza nella fscia di età superi

Attività dei Servizi pubblici per le tossicodipendenze (SERT)nel 2005  3 ottobre 2006 PalazzoChigi Testointegrale della Rilevazione
Il Ministero della saluteha presentato il 25 settembre 2006 la rilevazione statistica sull'attivitàdei Servizi pubblici per le tossicodipendenze (SERT) nel corso del 2005. Il Ministero della Salute,infatti, ha il compito di rilevare correntemente specifiche informazionisugli aspetti epidemiologici delle tossicodipendenze, sulle patologiecorrelate e sulle attività svolte dai SERT in materia di cura eriabilitazione dei soggetti con problemi di droga (D.P.R. n.309 del 1990)ed ha il compito altresì di definire i modelli per la rilevazionedei dati statistici relativi all'attività e alle caratteristichestrutturali. Al 31 dicembre 2005 sonorisultati attivi 550 Servizi pubblici per le tossicodipendenze distribuitiregionalmente. A quella data il loro organico complessivo èrappresentato da operatori sociosanitari, da medici, da psicologi, dalpersonale amministrativo o di altra qualifica. Per quanto riguarda la tipologiadei trattamenti erogati, il 59,2% dei pazienti ha seguito programmiterapeutici integrati. Caratteristiche dell'utente
La rilevazione è stata effettuata su 497 SERT, che hanno presoin carico circa 162.000 persone, di cui 140.400 maschi e 21.600 femmine.Questo valore, rimasto costante negli anni più recenti, confermache la tossicodipendenza è una patologia prevalentemente maschile. L'influenza del fattoresesso presenta una forte variabilità geografica: nelle regionidel centro-nord il rapporto M/F risulta generalmente inferiore al datonazionale, mentre assume valori elevati nelle regioni meridionali. Sotto il profilo dell'età,la presenza degli ultratrentenni ha fatto registrare la percentualepiù alta, mentre appaiono in diminuzione i pazienti conetà compresa tra i 20 e i 24 anni. È aumentata invecela percentuale riguardante i pazienti con età superiore ai 39 anni.

Per quanto riguarda la sostanza d'abuso primaria, l'eroina èstata assunta dal 72,3% degli utenti in carico; mentre, per quantoriguarda l'uso secondario, le sostanze più frequentemente assuntesono state i cannabinoidi, la cocaina, l'alcol e le benzodiazepine; anchel'ecstasy, tuttavia, ha presentato un valore non trascurabile. Analizzando il trend delladistribuzione percentuale degli utenti per sostanza, si nota, da una parte,una diminuzione del ricorso all'eroina, e, dall'altra, un aumento -a partire dal 1995, molto evidente negli anni 2000 -, del consumodi cocaina. In particolare, la percentuale di quanti sono soliti fareuso di cannabinoidi sembra essersi stabilizzata negli anni piùrecenti intorno al 10%. Si osserva inoltre: unaforte riduzione nell'uso secondario di benzodiazepine (dal 23,9% nel 1991al 7,2% nel 2005); un forte incremento nel consumo di cocaina (dall'11,7%nel 1991 al 30,1% nel 2004); una graduale diminuzione dell'uso secondariodi cannabinoidi (dal 41,5% nel 1991 al 32,0% nel 2005); la stabilizzazionedell'uso di sostanze alcoliche, che negli ultimi anni si è attestatointorno al 14%. La terapia con metadonetotale, che appariva in flessione (dal 51,9% nel 2000 al 47,8% nel2004), nel 2005 presenta un evidente aumento (49,4%). Anche il trattamento a brevetermine risulta nel 2005 più frequente che nel 2004 (7,7% vs 6,9%),mentre continua l'andamento decrescente del trattamento a medio termine(dal 12,2% nel 2002 al 10,7% nel 2005); per il trattamento a lungo termine,relativamente più frequente, si osserva nell'ultimo triennio untrend in costante crescita. www.ministerosalute.it


Redazione Nonprofitonline ScriviciCopyright- Nonprofitonline.it 2006Tornaalla Homepage

Stampa questa pagina Invia questa pagina ad un amico
© 2015 Edinet Srl - Tutti i diritti riservati - Via Gaetano Doninzetti 30 - 20122 Milano - tel. 02.77886211 - P.IVA: 12985430151 - Privacy policy - Site credits