Archivio Rapporti e ricerche

(18 ottobre 2006) La popolazione straniera residente in Italia.

Continuano ad aumentare, anche se con un ritmo inferiore rispetto ai due anni precedenti, i cittadini stranieri residenti in Italia, soprattutto grazie all'aumento delle nascite al loro interno. I dati Istat indicano che l'aumento maggiore (piĆ¹ del doppio

Fonte: www.comune.torino.itLapopolazione straniera residente in Italia  18 ottobre 2006 IstatTestointegrale
Al 1° gennaio 2006 glistranieri residenti in Italia sono 2.670.514 (1.350.588maschi e 1.319.926 femmine). Rispetto all'anno precedente gli iscrittiall'anagrafe aumentano di 268.357 unità (+11,2%).

L'incremento è inferiore a quello registrato nei due anni precedenti,quando l'aumento dei residenti stranieri era stato determinato in largamisura dagli ultimi provvedimenti di regolarizzazione (Legge n.189 del30 luglio 2002, art. 33, e Legge n.222 del 9 ottobre 2002), grazie aiquali numerosi immigrati, già irregolarmente presenti in Italia,avevano potuto sanare la propria posizione e iscriversi successivamenteall'anagrafe.

La crescita della popolazione straniera residente nel nostro paese èdovuta anche all'aumento dei nati di cittadinanza straniera (figlidi genitori entrambi stranieri residenti in Italia) che nel 2005 si traducein un saldo naturale (differenza tra nascite e decessi) in attivo di 48.838unità. Il saldo, pur essendo nettamente inferiore rispetto a quellodeterminato dai flussi migratori, è particolarmente significativosoprattutto se contrapposto al bilancio naturale della popolazione residentedi cittadinanza italiana, che risulta invece negativo per 62.120 unità.

L'insediamento della popolazione straniera nel nostro paese interessain modo assolutamente preponderante le regioni del Centro-Nord,un quarto degli stranieri residenti in Italia (il 24,9%) risiede in Lombardia;il Mezzogiorno accoglie soltanto il 12% della popolazione straniera, laparte restante è suddivisa fra il Nord-Ovest (36,6%), il Nord-Est(27,4%) e il Centro (24%).

Al 1° gennaio 2006, le comunità cresciute maggiormente sonoquelle provenienti dall'Europa centroorientale, che, escludendo ipaesi neocomunitari, sono più che raddoppiate (+113,5%) rispettoal 1° gennaio 2003. Aumenti consistenti si registrano anche per icittadini dell'Asia orientale, in particolare per i cinesi.


per informazioni
Popolazione e cultura
Viale Liegi 13 - 00198 Roma
Domenico Gabrielli
tel. +39.4673.7335

www.istat.it


News correlate:
(31marzo 2006) Popolazione straniera residente comunale per sesso e annodi nascita.
(16dicembre 2005) Gli stranieri in Italia: gli effetti dell'ultima regolarizzazione.

Redazione Nonprofitonline ScriviciCopyright- Nonprofitonline.it 2006Tornaalla Homepage

Stampa questa pagina Invia questa pagina ad un amico
© 2015 Edinet Srl - Tutti i diritti riservati - Via Gaetano Doninzetti 30 - 20122 Milano - tel. 02.77886211 - P.IVA: 12985430151 - Privacy policy - Site credits