Ultime News

(14/03/2017) UBI Banca emette il Social Bond "UBI Comunità per Associazione Italiana Sclerosi Multipla Onlus"

Lo 0,50% del valore nominale delle obbligazioni collocate andrà a beneficio del progetto di AISM che sosterrà attività riabilitative e di supporto a persone con SM secondariamente progressiva



UBI Banca annuncia l’emissione del prestito obbligazionario solidale “UBI Comunità per Associazione Italiana Sclerosi Multipla Onlus” per un ammontare complessivo di 20 milioni di Euro.

La forma grave di sclerosi multipla (SM-SP), cui è dedicato il progetto di riabilitazione sostenuto da UBI Banca, spesso è caratterizzata da disturbi del cammino e dalla necessità di utilizzare un ausilio per la deambulazione. Il progetto si propone di monitorare l’effetto dell’attività riabilitativa nelle persone con SM secondaria progressiva (SM-SP) per aumentarne l’efficacia attraverso l'utilizzo di un bastone sensorizzato. Ciò permette di restituire una serie di dati che consentano di monitorare la qualità del cammino del paziente. Strumentazioni di neuro-fisiologia e tecniche avanzate di monitoraggio della funzionalità della corteccia encefalica consentono inoltre una valutazione globale dell'impatto del trattamento riabilitativo.

Le obbligazioni, emesse da UBI Banca, hanno un taglio minimo di sottoscrizione pari a 1.000 euro, durata 3 anni, cedola semestrale, tasso annuo lordo pari al 0,550% il primo anno (0,407% netto annuo), 0,600% il secondo anno (0,444% netto annuo) e 0,650% il terzo anno (0,481% netto annuo). Possono essere sottoscritte dal 10 marzo 2017 al 6 aprile 2017, salvo chiusura anticipata o estensione del periodo d’offerta. L’offerta è riservata a chi apporta nuove disponibilità nei termini previsti nelle Condizioni Definitive del prestito obbligazionario presso le filiali di UBI Banca (l’”Emittente”), che opera altresì quale soggetto incaricato del collocamento (“Soggetto incaricato del collocamento”).

Il contributo complessivamente devoluto da UBI Banca ad AISM, a titolo di liberalità, può arrivare fino a 100.000 euro in caso di sottoscrizione dell’intero ammontare nominale delle obbligazioni oggetto dell’offerta.

Da aprile 2012 a febbraio 2017 il Gruppo UBI Banca ha emesso 83 Social Bond UBI Comunità, per un controvalore complessivo di oltre 883,2 milioni di euro, che hanno reso possibile la devoluzione di contributi a titolo di liberalità per oltre 4,1 milioni di euro, volti a sostenere iniziative di interesse sociale e sono stati sottoscritti da oltre 31.000 clienti del Gruppo UBI. Sono stati attivati, inoltre, plafond per finanziamenti per oltre 20,5 milioni di euro destinati a consorzi, imprese e cooperative sociali.

UBI Comunità è il modello di servizio, dedicato a organizzazioni non profit e istituzioni religiose, che si propone di offrire risposte tempestive ed efficaci alle esigenze del non profit attraverso prodotti appositamente pensati per dare sostegno bancario e creditizio per la gestione quotidiana dell’attività, la progettualità e gli investimenti.

AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, è l’unica organizzazione in Italia che interviene a 360 gradi sulla sclerosi multipla (SM); rappresenta e afferma i diritti delle persone con SM; promuove i servizi a livello nazionale e locale;sostiene, indirizza e promuove la ricerca scientifica.

Le obbligazioni non sono destinate alla quotazione in alcun mercato regolamentato o sistema multilaterale di negoziazione: saranno negoziate dal Soggetto incaricato del collocamento, in contropartita diretta nell’ambito del servizio di negoziazione per conto proprio ai sensi dell’art.1, comma 5, lettera a) del D.Lgs. 58/1998 (TUF). Il Soggetto incaricato del collocamento non si impegna al riacquisto delle obbligazioni. Pertanto, in tali casi sussiste il rischio che l’investitore possa trovarsi nell’impossibilità di rivendere le obbligazioni prima della scadenza naturale.

Per una più dettagliata informativa circa le condizioni, i costi e rischi che comporta l’investimento si rinvia alle Condizioni Definitive e alla Nota di Sintesi, ed in particolare alla sezione “Fattori di Rischio”, relative all’emissione.

In particolare, si segnala che le obbligazioni in oggetto potrebbero subire una riduzione (fino al 100% del loro valore) o una conversione in uno strumento di capitale dell’emittente (esempio in azioni) o una riduzione degli interessi o una sospensione per un periodo transitorio del pagamento degli interessi, anche per effetto dell’applicazione del bail-in e, più in generale, di una procedura di risoluzione delle crisi bancarie ai sensi della vigente normativa in materia di risoluzione delle crisi bancarie.

Per maggiori informazioni:

UBI Banca Media Relations
Tel +39 027781 4213 - 4932 – 4936
media.relations@ubibanca.it

Ufficio Stampa AISM Onlus:
Barbara Erba – cel. 347 7581858, barbaraerba@gmail.com
Enrica Marcenaro – tel. 010 2713414, enrica.marcenaro@aism.it
Responsabile Comunicazione e Ufficio Stampa AISM Onlus:
Paola Lustro – 010 2713834, paola.lustro@aism.it

Autenticazione necessaria

Per inserire un tuo commento a questo articolo devi essere registato, se non sei ancora registrato clicca qui. Se sei già registrato al sito effettua l’autenticazione inserendo il tuo indirizzo e-mail e la tua password.

Stampa questa pagina Invia questa pagina ad un amico
© 2015 Edinet Srl - Tutti i diritti riservati - Via Gaetano Doninzetti 30 - 20122 Milano - tel. 02.77886211 - P.IVA: 12985430151 - Privacy policy - Site credits