Ultime News

(06/12/2017) Onlus, esenzione Imu per lo svolgimento di attività didattiche

L’esenzione Imu per lo svolgimento di attività didattiche compete anche se l’ente ecclesiastico, proprietario dell’immobile, lo ha concesso in comodato gratuito a una Onlus



Con Sentenza 2332/2017 emanata dalla Commissione Tributaria di Puglia è stato rigettato il ricorso presentato dal comune di Bari che richiedeva il pagamento dell’Imu per gli immobili di proprietà di un ente ecclesiastico concessi in comodato d’uso gratuito ad enti aventi natura di Onlus ed esercenti attività scolastica.

In primo luogo la Commissione riprende quanto affermato dalla Suprema Corte di Cassazione con la Sentenza n. 25508/2015 che presenta una fattispecie simile al caso in esame. La Corte con tale pronuncia afferma che deve essere riconosciuta l’esenzione dell’imposta dell’Imu di cui all’art. 7 del DLgs. N. 504 del 1992 ad un immobile di proprietà di un Ente di culto e concesso in comodato d’uso ad una ONLUS.

In particolare viene sottolineato come non sia rilevante ai fini dell’esenzione il fatto che il bene non sia utilizzato dal comodante, in quanto la norma stessa non prevede espressamente che debba esserci coincidenza tra possessore ed utilizzatore, ma necessario è che le condizioni di concessione dell’immobile all’ente e le modalità di utilizzazioni di quest’ultimo siano coerenti con le finalità tutelate dalla norma.

Nel caso di specie l’immobile è stato affidato in comodato d’uso gratuito ad un’ altra ONLUS che svolge attività culturale e didattica per cui sarebbe ingiustificato che lo Stato gravasse quella realtà che persegue fini di interesse collettivo.
L’attività scolastica svolta dall’ente comodatario infatti è un diritto costituzionalmente protetto ed espressione di libertà fondamentale ed inclinabile di manifestazione del pensiero, il pagamento delle rette dei discenti non trasforma l’attività svolta in commerciale dovendosi rappresentare come una contribuzione al funzionamento della struttura educativa necessaria per l’esercizio effettivo del diritto di insegnamento ed apprendimento.

La Commissione pertanto, in raccordo con la pronuncia del 18 dicembre 2015 della Corte di Cassazione e con la più recente Sentenza del 24 ottobre 2017 della Commissione Tributaria Provinciale di Reggio Emilia, riconosce l’esenzione dell’imposta IMU sugli immobili concessi in comodato gratuito di proprietà dell’ente ecclesiastico.

Redazione Non profit on line

Autenticazione necessaria

Per inserire un tuo commento a questo articolo devi essere registato, se non sei ancora registrato clicca qui. Se sei già registrato al sito effettua l’autenticazione inserendo il tuo indirizzo e-mail e la tua password.

Stampa questa pagina Invia questa pagina ad un amico
© 2015 Edinet Srl - Tutti i diritti riservati - Via Gaetano Doninzetti 30 - 20122 Milano - tel. 02.77886211 - P.IVA: 12985430151 - Privacy policy - Site credits