Ultime News

(12/02/2018) Disposizioni in materia di sperimentazione clinica di medicinali e per il riordino delle professioni sanitarie

Legge 11 gennaio 2018 n. 3, G.U. n. 25 del 31 gennaio 2018



Sulla Gazzetta Ufficiale n. 25 del 31 gennaio 2018 è stata pubblicata la Legge 11 gennaio 2018 n. 3, "Delega al Governo in materia di sperimentazione clinica di medicinali nonché disposizioni per il riordino delle professioni sanitarie e per la dirigenza sanitaria del Ministero della salute".

La legge entra in vigore il 15 febbraio 2018, ma per la sua completa attuazione bisogna attendere i decreti attuativi.

Molte le novità: dalla riforma degli ordini professionali, con l'istituzione di tre nuovi ordini (infermieri, ostetriche e tecnici radiologi), alla medicina di genere, dalle nuove norme per le sperimentazioni cliniche dei medicinali alla lotta contro l'esercizio abusivo delle professioni sanitarie.

Il Governo è delegato ad adottare, entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore del provvedimento in esame, uno o più decreti legislativi per il riassetto e la riforma delle disposizioni vigenti in materia di sperimentazione clinica dei medicinali per uso umano, introducendo uno specifico riferimento alla medicina di genere e all'età pediatrica.

E' istituito, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, presso l'AIFA, il Centro di coordinamento nazionale dei comitati etici territoriali per le sperimentazioni cliniche sui medicinali per uso umano e sui dispositivi medici, con funzioni di coordinamento, di indirizzo e di monitoraggio delle attività di valutazione degli aspetti etici relativi alle sperimentazioni cliniche sui medicinali.

Il Ministro della salute entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, predisporrà, con proprio decreto, un piano per la diffusione della medicina di genere mediante divulgazione, formazione e indicazione di pratiche sanitarie che nella ricerca, nella prevenzione, nella diagnosi e nella cura tengano conto delle differenze derivanti dal genere, al fine di garantire la qualità e l'appropriatezza delle prestazioni erogate dal Servizio sanitario nazionale in modo omogeneo sul territorio nazionale.

Per quanto riguarda la nuova disciplina delle professioni sanitarie, nelle circoscrizioni geografiche corrispondenti alle province esistenti alla data del 31 dicembre 2012 sono costituiti gli Ordini dei medici-chirurghi e degli odontoiatri, dei veterinari, dei farmacisti, dei biologi, dei fisici, dei chimici, delle professioni infermieristiche, della professione di ostetrica e dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione.

Gli Ordini delle professioni sanitarie vengono definiti come "enti pubblici non economici che agiscono quali organi sussidiari dello Stato al fine di tutelare gli interessi pubblici, garantiti dall'ordinamento, connessi all'esercizio professionale".

Al fine di rafforzare la tutela della salute, intesa come stato di benessere fisico, psichico e sociale, è istituita l'area delle professioni sociosanitarie.
Sono compresi in questa area professionale i preesistenti profili di operatore socio-sanitario, assistente sociale, sociologo ed educatore professionale, che afferiscono agli Ordini di rispettiva appartenenza, ove previsti.

Nell'ambito delle professioni sanitarie sono individuate le professioni dell'osteopata e del chiropratico.

Viene regolamentata la procedura relativa all'individuazione e all'istituzione di nuove professioni sanitarie.

Il Consiglio Nazionale dei Chimici (Cnc) viene trasformato nella Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici, posta sotto l'alta vigilanza del Ministero della salute.

Sono inserite nell'ambito delle professioni sanitarie le professioni di biologo e di psicologo.

Presso l'ordine degli ingegneri è istituito l'elenco nazionale certificato degli ingegneri biomedici e clinici.

Infine, la legge apporta modifiche in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie e di esercizio ab usivo della professione.

Potete consultare la Legge n. 3/2018 nella sezione Normativa di Nonprofitonline

Redazione Non profit on line

Autenticazione necessaria

Per inserire un tuo commento a questo articolo devi essere registato, se non sei ancora registrato clicca qui. Se sei già registrato al sito effettua l’autenticazione inserendo il tuo indirizzo e-mail e la tua password.

Stampa questa pagina Invia questa pagina ad un amico
© 2015 Edinet Srl - Tutti i diritti riservati - Via Gaetano Doninzetti 30 - 20122 Milano - tel. 02.77886211 - P.IVA: 12985430151 - Privacy policy - Site credits