Ultime News

(20/06/2018) ABRUZZO: Norme per la promozione e il sostegno delle Pro Loco

Legge Regionale 22 maggio 2018 n. 9, BUR 30 maggio 2018 n. 56



Con la Legge Regionale 22 maggio 2018 n. 9, pubblicata sul BUR 30 maggio 2018 n. 56, la Regione Abruzzo riconosce e promuove le Associazioni Pro Loco e loro consorzi come associazioni di volontariato aventi finalità di promozione turistica e di valorizzazione dei servizi, delle realtà e delle potenzialità naturalistiche, culturali, sociali e gastronomiche delle località su cui operano.

Viene istituito l'Albo Regionale delle Associazioni Pro Loco, e viene riconosciuto il Comitato regionale abruzzese dell'Unione Nazionale delle Pro Loco d'Italia (UNPLI) e le sue strutture subregionali, come reti associative di secondo livello, intese quali organizzazioni che associano enti del terzo settore per accrescere la loro rappresentatività presso i soggetti istituzionali, concorrendo alla promozione turistica del territorio.
La Regione Abruzzo può assegnare al Comitato regionale UNPLI Abruzzo ed alle sue strutture sub-regionali di secondo livello, un contributo annuo rivalutabile, per lo svolgimento delle attività istituzionali e turistiche.

Compiti e obiettivi delle Associazioni Pro Loco:
- promuovere ed organizzare, anche in collaborazione con gli enti pubblici o privati, iniziative finalizzate a costituire richiami turistici e a rendere più piacevole e interessante il soggiorno dei turisti e dei residenti, quali escursioni, visite guidate, mostre e rassegne, convegni, spettacoli, festeggiamenti, manifestazioni storiche, culturali, sportive ed enogastronomiche, nonché azioni di solidarietà sociale, recupero ambientale, restauro di monumenti e gestione delle loro visite;
- i Comuni, previa convenzione con le Associazioni Pro Loco, possono attribuire alle stesse attività di promozione di riserve naturali, musei culturali, storici, etno-antropologici, naturalistici e marini; a tal fine, le Associazioni Pro Loco possono anche gestire rifugi montani, case per ferie, ostelli, foresterie, aree di sosta camper e di campeggio senza fini di lucro;
- curare l'informazione e l'accoglienza dei turisti anche con l'apertura di appositi uffici eventualmente in collaborazione con altre associazioni;
- promuovere e sviluppare attività nel settore sociale e del volontariato a favore della popolazione della località, quali proposte turistiche specifiche per la terza età, progettazione e realizzazione di spazi sociali destinati all'educazione, alla formazione e allo svago dei minori, iniziative di coinvolgimento delle varie componenti della comunità locale finalizzate anche all'eliminazione di eventuali sacche di emarginazione, organizzazione di itinerari turistico-didattici per gruppi scolastici.

La presente legge stabilisce i principi cui deve ispirarsi lo Statuto dell'associazione pro loco, requisito fondamentale per potersi iscrivere all'Albo.
L'iscrizione all'Albo regionale costituisce il riconoscimento ufficiale per le Pro Loco e condizione indispensabile per l'assegnazione di contribuiti pubblici.

La denominazione Pro Loco è riservata alle associazioni iscritte all'Albo regionale.
Le associazioni denominate Pro Loco che non intendano iscriversi all'Albo regionale, sono tenute a modificare la suddetta denominazione entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge.

Per agevolare l'attività delle Pro Loco, la Regione può concedere un contributo annuale ripartito in parti eguali tra tutte le Pro Loco iscritte all'Albo ed in regola con le disposizioni della presente legge.

La Regione, con lo stesso provvedimento, può concedere contributi annuali proporzionati alle attività svolte ed alle manifestazioni organizzate dalla Pro Loco nel proprio territorio.
Tali richieste di contributo devono essere presentate entro il 31 dicembre di ogni anno, indirizzate alla Regione Abruzzo corredate di copia del bilancio di previsione dell'anno successivo e della relazione programmatica relativa.

La Regione Abruzzo destina contributi alle Pro Loco anche attraverso l'emanazione di appositi avvisi pubblici a valere sui fondi regionali, nazionali o comunitari, per finalità specifiche (in particolare, per l'apertura e gestione di uffici o punti d'informazione e accoglienza turistica).

Potete consultare la presente legge nella sezione Normativa Regionale di Nonprofitonline.

Redazione Non profit on line

Autenticazione necessaria

Per inserire un tuo commento a questo articolo devi essere registato, se non sei ancora registrato clicca qui. Se sei già registrato al sito effettua l’autenticazione inserendo il tuo indirizzo e-mail e la tua password.

Stampa questa pagina Invia questa pagina ad un amico
© 2015 Edinet Srl - Tutti i diritti riservati - Via Gaetano Doninzetti 30 - 20122 Milano - tel. 02.77886211 - P.IVA: 12985430151 - Privacy policy - Site credits