Ultime News

(07/08/2018) CAMPANIA: Protocollo d'intesa per contrastare la dispersione scolastica e favorire l'inclusione sociale

Deliberazione Giunta Regionale 3 luglio 2018 n. 426, BUR 9 luglio 2018 n. 47



Sul BUR della Regione Campania 9 luglio 2018 n. 47 è stata pubblicata la Deliberazione della Giunta Regionale 3 luglio 2018 n. 426, con la quale viene approvato lo schema di Protocollo d'intesa tra il Comando Forze Operative Sud (COMFOP - SUD), la PONTIFICIA SCHOLAS OCURRENTES, la Curia di Napoli e la Regione Campania, finalizzato a promuovere e rafforzare politiche coordinate volte al contrasto alla dispersione scolastica e a favorire l'integrazione ed inclusione sociale.

Il Comando Forze Operative Sud (COMFOP - SUD) è uno dei comandi dell'Esercito Italiano, ad esso fanno capo i Comandi militari esercito di Molise, Puglia, Campania, Basilicata, Calabria Sardegna e Sicilia.
Esso dispone di strutture e risorse umane utilizzabili per il raggiungimento del fine perseguito dal presente Protocollo di Intesa, ossia contrastare la dispersione scolastica e favorire 'inclusione sociale anche attraverso la cultura dello sport e l'attività sportiva quale strumento di integrazione fra giovani e contrasto di qualsivoglia forma di violenza e di bullismo.

La PONTIFICIA SCHOLAS OCURRENTES è un’associazione internazionale senza fini di lucro sostenuta da Papa Francesco, che ha l'obiettivo di promuovere la cultura dell'incontro e la pace tra i popoli attraverso l'educazione, e in particolare l’integrazione di arte e sport. E' presente in 190 paesi con una rete che comprende 446.133 scuole e reti educative.

La CURIA DI NAPOLI promuove valori cristiani e morali e rappresenta un'istituzione aggregante, capillare e di riferimento ai fini dell'integrazione ed inclusione sociale.

Mossi da obiettivi comuni, la Regione Campania, il Comando Forze Operative Sud, la Curia di Napoli e la Pontificia Scholas Ocurrentes, col presente protocollo d'intesa, di durata triennale, intendono promuovere e rafforzare sinergie volte al contrasto alla dispersione scolastica ed a favorire l'integrazione ed inclusione sociale, per operare in maniera efficace e concreta soprattutto nelle situazioni di emergenza sociale che si verificano sul territorio regionale.

In particolare:

La Regione Campania si impegna a:
- promuovere e rafforzare sinergie volte al rispetto della dignità dell'individuo, alla valorizzazione delle diversità ed al contrasto del bullismo e cyberbullismo;
- favorire sinergie finalizzate all'ottimizzazione di programmi tesi alla tutela dell'integrità psico-fisica dei bambini e dei giovani, alla diffusione della cultura della legalità;
- promuovere e sostenere iniziative congiunte tese ad arginare fenomeni di disagio sociale, marginalizzazione e dispersione scolastica e volte alla promozione, sostegno, integrazione ed inclusione sociale.

Il Comando Forze Operative Sud si impegna a:
- rendere disponibile le strutture ed il personale militare per sviluppare una politica attiva, aumentare la sicurezza e la legalità ed arginare situazioni di rischio, criminalità diffusa, disagio ed esclusione sociale che dovessero verificarsi nel territorio della Regione Campania;
- mettere a disposizione strutture e personale militare per lo sviluppo ed attuazione di progetti ed interventi a sostegno del valore sociale dello sport come bene educativo anche in funzione di strategie aggreganti e di coesione sociale del territorio regionale;
- intercettare e fornire le professionalità delle proprie risorse umane ed eccellenze sportive in programmi e progetti finalizzati alla formazione e permettere al contempo agli allievi interessati di accedere alle strutture sportive;
- mettere a disposizione, nelle medesime circostanze, propri mezzi e materiali, fermi restando eventuali impegni istituzionali precedentemente assunti;
- favorire, compatibilmente con il soddisfacimento delle esigenze operative, l'utilizzo delle proprie strutture sportive nonché l'assistenza di personale tecnico militare durante lo svolgimento dell'attività sportiva;
- fornire le risorse umane ed eccellenze sportive in programmi e progetti finalizzati ed al contrasto del disagio sociale, della marginalizzazione e del bullismo e cyberbullismo ai fini dell'inclusione sociale.

La Pontificia Scholas Ocurrentes si impegna a promuovere e a fornire una metodologia integrata al fine di:
- trasferire i valori applicati nella pratica sportiva alla vita personale e comunitaria, rafforzando l'autostima e l'impegno per l'integrazione sociale;
- promuovere un programma di cittadinanza come azione formativa, culturale e di esperienza civico-sociale con i giovani;
- sviluppare azioni di orientamento, continuità e sostegno alle scelte dei percorsi formativi;
- sviluppare e consolidare collaborazioni a sostegno dei minori a rischio e per contrastare fenomeni di disagio sociale, marginalizzazione e dispersione scolastica;
- promuovere la peer education ed il patto educativo per contrastare ogni forma di discriminazione e marginalizzazione a favore di una coscienza civile;
- mettere a disposizione le proprie strutture didattiche e risorse per fornire un apporto alla formazione anche mediante il supporto di relatori, docenti ed esperti che possano intervenire nei seminari, manifestazioni, workshop e forum;
- avviare percorsi di community school e di formazione per istruttori/allenatori ed educatori sportivi, atti ad integrare la dimensione tecnico-sportiva degli atleti con contenuti e riflessioni di tipo educativo ed etico.

La Curia di Napoli si impegna a:
- promuovere i valori cristiani, morali ed etici ai fini del sostegno di una cultura sociale aggregante ed inclusiva;
- sviluppare e consolidare collaborazioni a sostegno dei minori a rischio e per contrastare fenomeni di disagio sociale, marginalizzazione e dispersione scolastica;
- sviluppare sinergie per prevenire ogni forma di discriminazione e contrastare il fenomeno del Bullismo e Cyberbullismo;
- mettere a disposizione proprie strutture anche didattiche e sportive per lo svolgimento di corsi/lezioni/seminari/worskshop ed incontri, fermi restando eventuali impegni istituzionali precedentemente assunti;
- attivare in maniera integrata le parrocchie e le strutture socio- educative e ricreative anche per supportare le famiglie con particolari fragilità sociali ed innescare animazione territoriale ai fini del benessere sociale e dello sviluppo socio-culturale;
- incrementare una "coscienza civile" e la peer education contro la criminalità diffusa ed ogni forma di marginalizzazione, discriminazione.

Potete leggere il presente provvedimento nella sezione Normativa Regionale di Nonprofitonline.

Redazione Non profit on line

Autenticazione necessaria

Per inserire un tuo commento a questo articolo devi essere registato, se non sei ancora registrato clicca qui. Se sei già registrato al sito effettua l’autenticazione inserendo il tuo indirizzo e-mail e la tua password.

Stampa questa pagina Invia questa pagina ad un amico
© 2015 Edinet Srl - Tutti i diritti riservati - Via Gaetano Doninzetti 30 - 20122 Milano - tel. 02.77886211 - P.IVA: 12985430151 - Privacy policy - Site credits