Ultime News

(28/03/2019) LAZIO: Regolamento per l'affidamento familiare

Regolamento Regionale 4 marzo 2019 n. 2, BUR 5 marzo 2019 n. 19



Il Regolamento Regionale 4 marzo 2019 n. 2, pubblicato sul BUR 5 marzo 2019 n. 19, disciplina le modalità di organizzazione e gestione dell'intervento dell'affidamento familiare nella Regione Lazio, individua responsabilità, funzioni e compiti.
Il Regolamento si fonda sulle Linee di indirizzo per l'affidamento familiare del Ministero del lavoro e recepite dalla Regione Lazio con DGR n. 148/2018.

L'affidamento familiare è una forma di intervento ampia e duttile che consiste nell'aiutare e sostenere una famiglia che attraversa un periodo di difficoltà contingente nel recupero delle capacità genitoriali assicurando nel contempo al bambino, attraverso il suo affidamento ad un altro nucleo familiare o ad una persona singola, relazioni positive, affetti e cure necessarie per un sano sviluppo.
Per la sua natura l'affidamento familiare è da intendersi come un'azione di solidarietà da parte della comunità sociale nei confronti di un bambino momentaneamente privo di un ambiente idoneo.
L'affidamento familiare si articola in una pluralità di tipologie di intervento, tutte illustrate nel presente Regolamento, per fornire risposte adeguate ed appropriate ai differenti bisogni del bambino e della sua famiglia e tutte fanno riferimento alla stessa finalità della ricomposizione delle relazioni familiari del bambino o ragazzo in oggetto con i suoi genitori.

Tra i Soggetti dell'affidamento familiare (bambini e ragazzi -da 0 a 17 anni e comunque non oltre il 21°- famiglia d'origine, famiglia affidataria) un ruolo importante è rivestito anche dal Terzo settore.
La Regione Lazio riconosce e valorizza un preciso spazio di collaborazione con il privato sociale e il Terzo settore, le reti, le associazioni familiari, gruppi di famiglie volontarie aggregate, in attività quali:
- informazione, sensibilizzazione e promozione dell'affidamento familiare sul territorio;
- confronto e formazione, finalizzate anche al mantenimento della motivazione all'affidamento nelle famiglie;
- accompagnamento e sostegno alle famiglie nell'esperienza dell'affidamento familiare;
- promozione delle reti di famiglie e della solidarietà familiare;
- progetti specifici in tema di accoglienza familiare e diritti dei bambini;
- promozione di attività finalizzate a prevenire gli allontanamenti dei bambini dalla loro famiglia.

Per saperne di più, leggete il Regolamento n. 2/2019 nella sezione Normativa Regionale di Nonprofitonline

Non profit on line

Autenticazione necessaria

Per inserire un tuo commento a questo articolo devi essere registato, se non sei ancora registrato clicca qui. Se sei già registrato al sito effettua l’autenticazione inserendo il tuo indirizzo e-mail e la tua password.

Stampa questa pagina Invia questa pagina ad un amico
© 2015 Edinet Srl - Tutti i diritti riservati - Via Gaetano Doninzetti 30 - 20122 Milano - tel. 02.77886211 - P.IVA: 12985430151 - Privacy policy - Site credits