Le nostre risposte

FINO ALL’ISTITUZIONE ED OPERATIVITA’ DEL RUNTS CONTINUA AD APPLICARSI IL DECRETO ONLUS



DOMANDA
Sappiamo che le Onlus già costituite alla data di entrata in vigore del Codice del Terzo Settore hanno a disposizione diciotto mesi di tempo per modificare i propri statuti e adeguarsi alle nuove disposizioni. Ma cosa succede se alla data delle modifiche il Registro unico del Terzo Settore non è ancora stato istituito?


RISPOSTA

In occasione di uno degli appuntamenti con Telefisco, l'Amministrazione finanziaria ha illustrato, oltre alle principali novità introdotte dal Codice del Terzo settore (CTS):
1. come avviene l'adeguamento degli statuti delle Onlus;
2. se e come, in questa fase transitoria, è ancora possibile costituire una nuova Onlus e iscriverla alla relativa Anagrafe.

1. Adeguamento degli statuti delle Onlus e uso dell’acronimo
L'articolo 104, comma 2, del CTS prevede che le disposizioni del titolo X (regime fiscale degli enti del terzo settore) si applicano agli enti iscritti nel Registro unico nazionale del Terzo settore (RUNTS) “non prima del periodo di imposta successivo di operatività del predetto Registro”.
Il suddetto articolo 104 è stato oggetto di interpretazione autentica ad opera dell’ art. 5-sexies, comma 1, D.L. 16 ottobre 2017, n. 148 (convertito, con modificazioni, dalla L. 4 dicembre 2017, n. 172), in base al quale l’articolo 104 si interpreta nel senso che i termini di decorrenza ivi indicati valgono anche ai fini dell'applicabilità delle disposizioni fiscali che prevedono corrispondentemente modifiche o abrogazioni di disposizioni vigenti prima della data di entrata in vigore del CTS.
In altre parole, le disposizioni di carattere fiscale vigenti prima della data di entrata in vigore del CTS continuano a trovare applicazione, senza soluzione di continuità, fino a quando non saranno applicabili le nuove disposizioni fiscali previste dal Codice.
Ciò comporta, secondo l’interpretazione dell’amministrazione finanziaria, che la disciplina delle Onlus resta in vigore sino a quando non troveranno applicazione le nuove disposizioni fiscali recate dal titolo X del CTS.
L'Agenzia delle Entrate ha altresì precisato che, ai sensi dell’art. 101, comma 2, le Onlus apportano al proprio statuto, entro il termine di diciotto mesi dall’entrata in vigore del CTS (quindi entro il 3 febbraio 2019), le modifiche necessarie per adeguarlo al Codice stesso, subordinando l'efficacia di tali modifiche alla decorrenza del termine di cui all'articolo 104, comma 2, del Codice stesso.
Nel contempo, allo stesso termine dovrebbe essere collegata, con espressa previsione statutaria, la cessazione dell'efficacia delle vecchie clausole statutarie Onlus, incompatibili con la nuova disciplina degli ETS.
In attesa dell’operatività del RUNTS gli enti aventi la qualifica di Onlus dovranno continuare a qualificarsi come tali e utilizzare nella denominazione e in qualsivoglia segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico, la locuzione "organizzazione non lucrativa di utilità sociale" o l'acronimo Onlus.
L'assunzione della nuova denominazione sociale di ETS, inserita nello statuto, sarà invece sospensivamente condizionata all'iscrizione nel RUNTS, momento dal quale l'indicazione di ETS sarà spendibile negli atti, nella corrispondenza e nelle comunicazioni al pubblico.

2. Possibilità di costituire attualmente una Onlus
L'Agenzia delle Entrate ha inoltre precisato che attualmente, è ancora possibile costituire una nuova Onlus, iscrivendola all'Anagrafe delle Onlus, sulla base delle condizioni previste dal Dlgs 460/1997. Gli statuti, analogamente a quanto chiarito in relazione alle Onlus esistenti, potranno già prevedere modifiche statutarie sottoposte al termine di cui si è parlato.

Hanno risposto i nostri professionisti dell'area legale

La risposta al quesito inviato dall’utente non costituisce, in nessun caso, erogazione di consulenza professionale. Nessuna responsabilità può essere posta a carico di Nonprofitonline – Edinet s.r.l., gestore del servizio, per l'operato dei professionisti/esperti o per le risposte inviate agli utenti. Ogni esperto fornisce semplici informazioni e consigli e non è in alcun modo responsabile delle eventuali conseguenze che possano derivare dalla decisione di conformarsi ad essi. Ogni eventuale utilizzo di quanto contenuto nella risposta al quesito è da intendersi effettuato nella piena accettazione delle condizioni sopra descritte.

© 2015 Edinet Srl - Tutti i diritti riservati - Via Gaetano Doninzetti 30 - 20122 Milano - tel. 02.77886211 - P.IVA: 12985430151 - Privacy policy - Site credits