(06/12/2017) Disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili

Legge 4 dicembre 2017 n. 172, G.U. 5 dicembre 2017 n. 284
06/12/2017


È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 284 del 5 dicembre 2017 la legge di conversione del Collegato fiscale alla legge di Bilancio 2018.

La Legge n. 172 del 4 dicembre 2017 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 16 ottobre 2017 n. 148, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili. Modifica alla disciplina dell'estinzione del reato per condotte riparatorie" è in vigore dal 6 dicembre 2017.

Tra le misure a sostegno delle imprese e politiche sociali, sono state introdotte disposizioni relative agli enti del Terzo settore.

In materia fiscale, si segnala in primo luogo la parziale sterilizzazione degli aumenti delle aliquote IVA per il 2018 e accise per il 2019, che viene completata nel ddl di bilancio 2018 (articolo 5).

Altri interventi in materia fiscale e di entrata riguardano:

- la riammissione alla definizione agevolata (cd. rottamazione delle cartelle), la proroga delle rate scadute nel 2017 e l'estensione del beneficio ai carichi affidati fino al 30 settembre 2017 (articolo 1);
- la facoltà dei contribuenti di effettuare le comunicazioni IVA con cadenza semestrale e la disapplicazione delle sanzioni per il primo semestre 2017 (articolo 1-quater);
- la sospensione dei versamenti e adempimenti tributari nei comuni di Livorno, Rosignano Marittimo е Collesalvetti colpiti dall'alluvione del 9 settembre 2017; la proroga al 30 settembre 2018 dei versamenti e gli adempimenti tributari nei comuni colpiti dal sisma del 21 agosto 2017 sull'isola di Ischia, nonché gli stanziamenti per favorire la ricostruzione e la ripresa economica (articolo 2);
- per i territori colpiti dal sisma in Centro Italia del 2016 e 2017, la proroga al 31 maggio 2018 per gli adempimenti e i pagamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e i premi per l'assicurazione obbligatoria (articolo 2), la proroga al 31 dicembre 2018 del termine di sospensione dei mutui e finanziamenti a favore delle attività economiche e produttive e dei soggetti privati per i mutui relativi alla prima casa di abitazione, inagibile o distrutta (la proroga è al 31 dicembre 2020 se localizzate in una ‘zona rossa') e la ripresa della riscossione dal 1° giugno 2018 (articolo 2-bis);
- l'estensione dello split payment a enti pubblici economici, fondazioni partecipate, nonché società controllate e partecipate da amministrazioni pubbliche (articolo 3);
- l'anticipo del credito di imposta per gli investimenti pubblicitari sulla stampa, anche online, e sulle emittenti locali, esteso anche agli enti non commerciali (articolo 4);
- la vendita di tabacchi lavorati e assimilati, estendendo tra l'altro - a fini antielusivi - il divieto di vendita a distanza di sigarette elettroniche e di contenitori di liquido di ricarica (articoli 5-bis e 19-quinquies);
- agevolazioni fiscali in materia di Onlus, società di mutuo soccorso, alimenti a fini medici speciali e lavoratori rientrati in Italia (articoli da 5-ter a 5-quinquies, 8-bis);
- la regolarizzazione di somme detenute all'estero o derivanti da vendita di immobili detenuti all'estero (articolo 5-septies);
- la prosecuzione della concessione delle lotterie nazionali ad estrazione istantanea (Gratta e Vinci) (articolo 20, comma 1);
- l'incremento di 130 milioni di euro per l'anno 2020 del Fondo per la riduzione della pressione fiscale (articolo 20, comma 2).

In particolare si segnalano i seguenti articoli:
-art. 4: Incentivi fiscali agli investimenti pubblicitari e in materia di audiovisivo
Modifiche anche per la disciplina del credito d’imposta relativo agli investimenti pubblicitari incrementali su quotidiani, periodici e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali: l’agevolazione viene estesa anche agli enti non commerciali e anche a fronte di investimenti effettuati sulla stampa online.
Per il 2018 il credito di imposta è concesso nel limite complessivo, che costituisce tetto di spesa, pari a 62,5 milioni di euro.
Si prevede che una quota pari a 20 milioni di euro, a valere sullo stanziamento relativo al 2018, è destinata al riconoscimento del credito d'imposta esclusivamente per gli investimenti pubblicitari incrementali sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, effettuati dal 24 giugno 2017 al 31 dicembre 2017, purché il loro valore superi almeno dell’1% l’ammontare degli analoghi investimenti pubblicitari effettuati dagli stessi soggetti sugli stessi mezzi di informazione nel corrispondente periodo del 2016.
In tal modo, viene esteso l’ambito temporale di applicazione del credito di imposta, sia pur limitatamente a uno dei settori per il quale il beneficio è previsto a regime. Non sono, infatti, considerati gli investimenti pubblicitari incrementali effettuati su emittenti televisive e radiofoniche locali.
- Articolo 5-ter: Decorrenza di disposizioni fiscali contenute nel codice del terzo settore
Attraverso la modica dell’articolo 99, comma 3, Dlgs 117/2017 (Codice del Terzo settore) si stabilisce che la previgente agevolazione fiscale prevista per le liberalità a favore delle Onlus e delle associazioni di promozione sociale (deducibilità del 10%, nella misura massima di 70mila euro annui, prevista dall’articolo 14, Dl 35/2005) continua ad applicarsi fino al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2017.
- Articolo 5-quater: Detrazione fiscale per contributi associativi versati alle società di mutuo soccorso
Attraverso la modifica dell’articolo 83, comma 5, del Dlgs 117/2017 (Codice del Terzo settore) viene variata la soglia massima della detrazione del 19% dei contributi associativi versati alle società di mutuo soccorso. In particolare, si stabilisce che l’importo di 1.300 euro rappresenta la soglia massima di contributi associativi detraibili.
- Articolo 5-quinquies: Detraibilità degli alimenti a fini medici speciali
Prevista una nuova ipotesi di detrazione per spese sanitarie e cioè quella relativa alle spese sostenute per l’acquisto di alimenti a fini medici speciali (inseriti nella sezione A1 del Registro nazionale di cui all’articolo 7 del decreto del Ministro della sanità 8 giugno 2001), con l’esclusione di quelli destinati ai lattanti.
La detrazione si applica limitatamente ai periodi d’imposta 2017 e 2018.
- Articolo 5-sexies: Interpretazione autentica dell’articolo 104 del Codice del Terzo settore
Attraverso una norma di interpretazione autentica si stabilisce che l’articolo 104 del Dlgs 117/2017 (Codice del Terzo settore) deve essere letto nel senso che i termini di decorrenza indicati nei commi 1 e 2 valgono anche ai fini dell’applicabilità delle disposizioni fiscali che prevedono corrispondentemente modifiche o abrogazioni di disposizioni vigenti prima della data di entrata in vigore del Codice stesso. Pertanto, le disposizioni di carattere fiscale richiamate dagli articoli 99, comma 3, e 102, comma 1, del Codice continuano a trovare applicazione senza soluzione di continuità fino al 31 dicembre 2017.

In materia di ambiente:

- il trasferimento al Comune di Matera, ''Capitale europea della cultura 2019'', di 3 milioni di euro per l'anno 2017 per interventi di bonifica ambientale e rigenerazione urbana (art. 17, co. 2);
- l'inclusione degli enti gestori delle aree protette per l'accesso al riparto della quota del 5 per mille (art. 17-ter).

In materia di emergenze di protezione civile si segnala:

- la sospensione dei termini dei versamenti e degli adempimenti tributari a favore dei soggetti residenti nel territorio dei comuni di Livorno, Rosignano Marittimo е di Collesalvetti (provincia di Livorno) colpiti dall'alluvione del 9 settembre 2017 (art. 2, co. 1-5);
- l'introduzione di misure più favorevoli per l'adempimento degli obblighi tributari e contributivi nei comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno colpiti dal sisma del 21 agosto 2017 sull'isola di Ischia, nonché di stanziamenti per favorire la ricostruzione (30 milioni) e la ripresa economica (10 milioni) a Ischia (art. 2, commi da 5-bis a 6-undecies);
- la proroga al 31 maggio 2018 del termine per gli adempimenti e i pagamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione, per i territori del Centro Italia colpiti dagli eventi sismici del 2016-2017 e, per gli stessi territori, la precisazione che l'indicazione delle imprese affidatarie dei lavori di ricostruzione deve avvenire dopo l'approvazione definitiva del progetto da parte degli Uffici Speciali per la Ricostruzione (art. 2, co. 7 e 7-bis), nonché una serie di disposizioni volte a integrare la disciplina per la ricostruzione (art. 2-bis, commi 1-29);
- una serie di disposizioni riguardanti i territori colpiti dagli eventi sismici verificatisi in Abruzzo il 6 aprile 2009 (art. 2-bis, co. 30-42).
- una serie di disposizioni riguardanti i territori colpiti dagli eventi sismici verificatisi nelle regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto nel mese di maggio 2012 (art. 2-bis, commi 43-44).

In materia di scuola:

Si prevede che i genitori ovvero i tutori o i soggetti affidatari dei minori di anni 14 possono autorizzare le istituzioni scolastiche, in considerazione dell'età, del grado di autonomia e dello specifico contesto, a consentire l'uscita autonoma degli stessi dai locali scolastici al termine dell'orario delle lezioni. Tale autorizzazione esonera il personale scolastico dalla responsabilità connessa all'adempimento dell'obbligo di vigilanza.

Si prevede, inoltre, che, se gli stessi soggetti intendono consentire ai minori di anni 14 di usufruire in modo autonomo del servizio di trasporto scolastico (c.d. scuolabus), devono rilasciare apposita autorizzazione all'ente locale gestore del servizio. Tale autorizzazione esonera dalla responsabilità connessa all'adempimento dell'obbligo di vigilanza nella salita e discesa dallo scuolabus e nel tempo di sosta alla fermata, anche nel caso di rientro a casa al termine delle attività scolastiche (art. 19-bis).

In tema di sanità il decreto legge n. 148/2017 detta alcune disposizioni in diverse materie.

Vengono apportate modifiche alla disciplina transitoria riguardanti la riorganizzazione dell'Associazione della Croce Rossa italiana relative a: i trasferimenti dei beni dalla vecchia alla nuova Associazione; la procedura di liquidazione della vecchia Associazione; i rapporti, antecedenti la data di privatizzazione dei comitati territoriali, tra il comitato centrale e i comitati territoriali stessi nonché il termine temporale di trasferimento presso pubbliche amministrazioni di alcuni dipendenti della vecchia Associazione e i termini relativi alla mobilità volontaria, sempre presso pubbliche amministrazioni, di alcuni dirigenti della vecchia Associazione (art. 16).

Viene disposto l'accantonamento, per l'anno 2017, di 32,5 milioni di euro, a valere sulle somme già stanziate del Fondo sanitario nazionale, da destinare per 9 milioni di euro a strutture, anche private accreditate, di rilievo nazionale ed internazionale per riconosciute specificità e innovatività nell'erogazione di prestazioni pediatriche, con specifica prevalenza di trapianti di tipo allogenico, per 12,5 milioni di euro, a strutture, anche private accreditate, che eroghino, come centri di riferimento nazionale per l'adroterapia, trattamenti con irradiazione di ioni carbonio per specifiche neoplasie maligne e a 11 milioni, a strutture, anche private accreditate, riconosciute di rilievo nazionale per il settore delle neuroscienze, eroganti programmi di alta specialità neuro-riabilitativa, di assistenza a elevato grado di personalizzazione delle prestazioni e di attività di ricerca scientifica traslazionale per i deficit di carattere cognitivo e neurologico. Viene rimessa ad un decreto del Ministro della salute l'individuazione delle strutture citate.

Viene inserita una norma di interpretazione autentica sull'applicazione delle procedure di mobilità dei dipendenti tra le strutture pubbliche del Servizio sanitario nazionale, gli ospedali cosiddetti classificati e gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico di diritto privato (art. 18).

Vengono poi modificati i limiti massimi di fatturato (in regime di Servizio sanitario nazionale e al netto dell'IVA) per l'applicazione di misure di sconto più favorevoli per alcune categorie di farmacie (art. 18-bis).

Alcune modifiche sono adottate nella disciplina sulle procedure connesse agli obblighi di vaccinazione, relative alle aziende sanitarie locali, nonché ai servizi educativi per l'infanzia, alle scuole ed ai centri di formazione professionale regionale (art. 18-ter).

Viene disciplinata la produzione e trasformazione della cannabis per uso terapeutico o di ricerca; la rimborsabilità delle relative preparazioni magistrali nonché la formazione professionale concernente i relativi usi terapeutici (art. 18-quater).

In materia penale e di lotta alla mafia si segnala:

- l'impossibilità di estinzione del delitto di atti persecutori (c.d. stalking) a seguito delle condotte riparatorie previste dall'art. 162-ter del codice penale (art. 1, comma 2);
- l'ampliamento dell'ambito di applicazione della cosiddetta confisca allargata, integrando l'elenco dei reati associativi che, in caso di condanna, costituiscono il presupposto delle misura (art. 13-ter).

http://www.camera.it

Per approfondire l'argomento, nella sezione Normativa Nazionale di Nonprofitonline potete leggere la Legge 4 dicembre 2017 n. 172 e il testo del Decreto legge 16 ottobre 2017 n. 148 collegato con le legge di conversione.