(13/04/2018) PUGLIA: Disposizioni in materia di agricoltura sociale

Legge Regionale 27 marzo 2018 n. 9, BUR 30 marzo 2018 n. 45
13/04/2018


Con la Legge Regionale 27 marzo 2018 n. 9, pubblicata sul BUR 30 marzo 2018 n. 45, la Regione Puglia promuove l'agricoltura sociale e le fattorie sociali quale strumento finalizzato a favorire l'integrazione in ambito agricolo e forestale di interventi di tipo educativo, sociale, socio-sanitario, di inserimento socio-lavorativo.

Per agricoltura sociale si intende l'insieme delle attività dirette a realizzare:
- l'inserimento socio-lavorativo di lavoratori con disabilità, di lavoratori svantaggiati, e di minori in età lavorativa inseriti in progetti di riabilitazione e sostegno sociale;
- prestazioni e attività sociali e di servizio per le comunità locali, mediante l'utilizzazione delle risorse dell'agricoltura;
- prestazioni e servizi che affiancano e supportano le terapie mediche, psicologiche e riabilitative, anche attraverso l'ausilio di animali allevati e la coltivazione delle piante;
- progetti finalizzati all'educazione ambientale e alimentare, alla salvaguardia della biodiversità, nonché alla diffusione della conoscenza del territorio, attraverso l'organizzazione di fattorie sociali e didattiche, quali iniziative di accoglienza e soggiorno di bambini in età prescolare e di
persone in difficoltà sociale, fisica e psichica.

Le attività di agricoltura sociale possono essere svolte dall'imprenditore agricolo in associazione con le cooperative sociali, con le imprese sociali, con le associazioni di volontariato e di promozione sociale iscritte nel Registro unico nazionale previsto dal decreto legislativo 3 luglio 2017 n. 117 (Codice del Terzo settore).

Presso l'Assessorato regionale all'agricoltura e alle risorse agroalimentari sono istituiti l'Elenco regionale delle fattorie sociali e l'Osservatorio regionale sull'agricoltura sociale.

Viene istituito anche il contrassegno delle fattorie sociali di Puglia.

La Regione sostiene l'agricoltura sociale attraverso diverse forme di intervento:
- promuove la costituzione di tavoli regionali e distrettuali di partenariato tra i soggetti interessati alla realizzazione di programmi di agricoltura sociale;
- promuove la costituzione delle reti regionali delle fattorie sociali e dei loro organismi associativi e di rappresentanza, con funzioni di coordinamento, assistenza e informazione;
- promuove la commercializzazione dei prodotti provenienti da agricoltura sociale;
- le istituzioni pubbliche che gestiscono mense di enti pubblici, scolastiche e ospedaliere, possono prevedere nelle gare concernenti i relativi servizi di fornitura, criteri di priorità per l'inserimento di prodotti agroalimentari provenienti dalle fattorie sociali.

La presente legge disciplina anche le procedure per l'esercizio dell'agricoltura sociale e l'utilizzo degli immobili per le attività di agricoltura sociale.

Per saperne di più, visitate la sezione Normativa Regionale di Nonprofitonline.